Scopri il Salento

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Cosa sono le Pajare? Un viaggio nella Storia del Salento

Icon 29 Luglio 2016
Pajare del Salento

Le pajare sono delle particolari costruzioni tipiche del Salento.

Considerate abitazioni tipicamente rurali e realizzate con la tecnica del muro a secco, di pajare il Salento ne è davvero pieno.

Dall’aspetto vagamente familiare, che ricorda quello ben più noto dei caratteristici trulli di Alberobello, le pajare, generalmente, sono costituite da un unico ambiente che può variare a seconda delle dimensioni delle abitazioni.

Le Pajare salentine: Storia e Curiosità

Dalla storia piuttosto incerta e controversa, le pajare salentine hanno, di sicuro, un’origine decisamente antica, collocabile presumibilmente intorno all’anno 1000 dopo Cristo, anche se qualche storico, spingendosi ben più oltre, arriva a datarle in epoca ancora precedente, tra il 2000 a.C. e la fine dell’Età del Bronzo. Qualunque ne sia l’origine, però, le pajare salentine s’identificano pienamente con il paesaggio circostante, aggiungendo un pizzico di folklore a un territorio, già di per sé, affascinante e suggestivo.

Utilizzate dai contadini salentini come luogo di riposo dopo un’intensa giornata di lavoro o per sfuggire a un improvviso temporale, le pajare, spesso, fungevano da vere e proprie abitazioni estive, ideali per controllare da vicino, sia il bestiame sia le coltivazioni più delicate.

Le caratteristiche delle Pajare

Pur se, all’apparenza, molto simili ai trulli, a un occhio ben più attento, non può sfuggire quanto profonde siano le differenze tra le due abitazioni.

Mentre i trulli sono corredati da finestre e possono essere anche piuttosto lussuosi e di grandi dimensioni, le pajare si contraddistinguono per un ambiente piccolo e spartano, privo di finestre e senza troppi fronzoli e orpelli.

Costruite, tendenzialmente, di forma conica, incastrando e sovrapponendo pietre di dimensioni anche molto diverse le une dalle altre, le pajare sono un vero e proprio gioiello architettonico, caratterizzato dalla peculiarità del tetto che resta sorretto dalle pietre che formano le pareti laterali e dalla forza di gravità.

Inoltre, le pajare hanno la capacità di mantenere l’ambiente fresco e asciutto, anche durante le ore più calde e in presenza di temperature torride e intense.