Scopri il Salento

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Porto Selvaggio: una gemma incastonata nel Salento

Icon 30 Giugno 2019

Tra i luoghi che rendono il Salento una delle zone più belle d‘Italia, Porto Selvaggio è sicuramente una delle perle della zona che grazie al suo mare, alla sua grande quiete e all’impatto che è capace di avere su qualsiasi viaggiatore, risulta una delle località più apprezzate dai viaggiatori.

Alla scoperta di Porto Selvaggio

Porto Selvaggio si trova nel comune di Nardò, in provincia di Lecce. Si caratterizza per il fatto di essere una delle aree naturali più belle non solo del Salento, ma di tutta Italia.

L’area di Porto Selvaggio si divide essenzialmente in due località, ovvero la Baia di Porto Selvaggio e la Baia di Uluzzo. La prima si è una baia di piccole dimensioni e la sua particolarità è data dalla presenza di sassolini seguiti poi da una scogliera.

Qui è presente La Torre dell’Alto, una delle attrazioni da vedere assolutamente, mentre addentrandosi all’interno si potrà venire a contatto con una natura che per ampi tratti è ancora incontaminata. Un aspetto decisamente positivo è il fatto che l’acqua qui è particolarmente bassa e quindi anche se non si è avvezzi a nuotare non ci saranno problemi.

Altri luoghi da vedere a Porto Selvaggio

La Baia di Uluzzo è, se possibile, ancora più bella, ma purtroppo raggiungerla risulta più difficoltoso. Bisogna infatti percorrere alcuni sentieri dove si è agevolati se si è abituati a fare trekking.

Tuttavia, una volta percorso il sentiero che porta alla baia, si potrà godere di una vista affascinante. Molto interessante sono i resti di Torre Uluzzo, che senza dubbio è il luogo più affascinante di questa parte di Porto Selvaggio.

Molto interessanti sono però anche le grotte di epoca preistorica, tra cui spicca la cosiddetta Grotta del Cavallo che, stando agli studi degli esperti, si è formata qualcosa come 120 mila anni fa. Infine, agli amanti dei tuffi farà piacere sapere che nella baia di Porto Selvaggio vi sono diversi punti da cui è possibile farlo.