Scopri il Salento

RICHIEDI UN PREVENTIVO

L’elegante stile barocco di Nardò e le sue Spiagge

Icon 30 Marzo 2017
L'elegante stile barocco di Nardò e le sue spiagge

Dal suggestivo centro storico alle splendide marine circostanti, il paese di Nardò rappresenta un’ottima occasione per unire alle bellezze paesaggistiche il fascino della storia.

Chiese e monumenti da scoprire

Il borgo di Nardò vanta testimonianze antichissime e il primo centro abitato è stato fondato dalla popolazione dei Messapi. Il Castello Acquaviva, chiamato anche Palazzo Personè, viene costruito nel XV secolo ed è protagonista di importanti vicende storiche accadute in questi territori.

L’attuale facciata risale al XVIII secolo e si contraddistingue per le eleganti decorazioni barocche. L’edificio religioso più importante è la Cattedrale di Santa Maria Assunta che sorge nello stesso luogo dove nel VII secolo i monaci basiliani eressero la propria chiesa. A partire dall’XI secolo iniziano i diversi rimaneggiamenti che nel corso del tempo porteranno all’aspetto attuale. All’interno delle tre navate sono custodite opere d’arte di indubbio valore e pregio. Il modo migliore per apprezzare le bellezze architettoniche di Nardò è passeggiando attraverso i caratteristici vicoli del centro storico. In questa maniera si potranno incontrare i piccoli gioielli in stile barocco, come ad esempio la Chiesa di Sant’Antonio da Padova o la Chiesa Santa Maria della Purità, progettata nel XVIII secolo dall’architetto Ferdinando Sanfelice.

Le marine di Nardò

Per gli amanti della natura il Parco Naturale Porto Selvaggio rappresenta una meta imperdibile, grazie ai paesaggi caratterizzati dalla macchia mediterranea, le torri d’avvistamento a ridosso della costa e le scogliere basse incorniciate dalle acqua cristalline.

Lunga un chilometro e composta da granelli finissimi di sabbia è la spiaggia di Sant’Isidoro una frazione poco distante Nardò, ben attrezzata, ha una discesa a mare dolce ed è l’ideale per le famiglie con bambini. Un’altra località limitrofa è Santa Caterina, mentre Santa Maria al Bagno si contraddistingue per le numerose piccole baie sabbiose e le scogliere di facile accesso. Inoltre, è posta geograficamente molto vicina alla città di Lecce, Otranto e Leuca.